Lascia: come insegnare al cane a lasciare le cose

È possibile insegnare al cane a restituirci gli oggetti? Certo, con il comando lascia.

Quasi tutti i cani hanno la tendenza a volersi impossessare delle cose alle quali danno valore.

Una volta presi in bocca gli oggetti poi, sarà quasi impossibile farglieli mollare.

Per fortuna non è sempre così ed il comando lascia ci può essere di grande aiuto.

Se vogliamo insegnare al cane a permetterci di tornare in possesso degli oggetti dobbiamo solo insegnarglielo.

Questo articolo vi spiegherà come fare.

È utile insegnare al cane a lasciare le cose?

Qualcuno potrebbe pensare che il comportamento del lascia sia utile solamente se lo vogliamo collegare al riporto e che se non ci interessa questo tipo di attività potremmo farne a meno.

Sbagliato!

Se un cane è in grado di lasciare un qualsiasi oggetto, una volta che gli sia stato impartito il comando lascia, questo è un cane che in caso di emergenza sputerà un boccone pericoloso se glielo chiediamo.

Altrimenti l’ istinto del cane sarà quello di non farsi rubare il cibo e inghiottirà velocemente il cibo potenzialmente dannoso.

Potrei menzionare molti altri esempi di utilità del comando lascia, ma questa situazione appena descritta credo sia di per sé sufficiente a motivare qualunque persona ami il proprio cane.

Insegniamo il lascia in 8 step aiutandoci con due palline.

Per iniziare dobbiamo procurarci due palline da tennis e qualche bocconcino prelibato.

Per quanto riguarda le palline con cui giocare col cane, sarebbe meglio procurarsi delle palline appositamente progettate per cani come queste.

Questo tipo di palline infatti non rovina i denti del nostro amico, cosa che invece fanno quelle da tennis perchè ricoperte di una peluria abrasiva.

Un Jackrussel con una pallina

Un piccolo Jackrussel con una pallina tra le zampe

Step 1: attiriamo l’ attenzione.

Mettiamo una pallina da tennis in una tasca, mentre teniamo l’ altra in mano.

Mettiamo i bocconcini in una seconda tasca, o in un portacrocchette se lo abbiamo.

Adesso, stando davanti al cane, facciamo dei palleggi in aria con la pallina.

Questo catturerà immediatamente la sua attenzione.

Se il cane sa già fare il seduto, a questo punto potrebbe sedersi, ma non è indispensabile ai nostri fini.

Per accrescera il desiderio del cane possiamo anche sottolineare quello che stiamo facendo con espressioni fisiche e verbali di gioco.

Step 2: diamo la pallina al cane.

A questo punto concediamo la pallina al cane, il modo migliore per farlo è quello di lasciarla cadere poco distante da noi e da lui.

Se lanciassimo la palla lui correrebbe a prenderla e questo aumenterebbe il livello della sua eccitazione.

Un cane eccitato impiega più tempo a disinteressarsi della pallina e in questa fase noi invece abbiamo bisogno di ripetere la sequenza più volte nel minor tempo possibile.

Step 3: la seconda pallina scende in campo.

Il cane in questo momento ha la pallina in bocca e noi dobbiamo invece fargliela lasciare.

Per farlo tiriamo fuori dalla tasca l’altra pallina e se per caso si fosse allontanato troppo avviciniamoci a lui.

Come nel primo step cerchiamo adesso di attirare la sua attenzione sulla seconda pallina.

Palleggiamo prima in aria, passiamola poi da una mano all’altra con dei piccoli lanci ed in infine facciamola rimbalzare per terra.

Durante tutte queste azioni dobbiamo ignorare il cane e concentrarci sulla pallina: questa pallina adesso è per noi la cosa più interessante del mondo!

Step 4: il baratto.

Incuriosito dalle nostre attività il cane si accorgerà della seconda pallina.

Col passare del tempo arriverà a convincersi che la pallina che ha in bocca è davvero meno interessante di quella che abbiamo noi tra le mani.

D’altronde se al suo compagno umano piace l’altra, deve esserci un motivo, tutti i cani sanno che gli umani la sanno lunga!

Dopo aver fatto questi sottili ragionamenti, il cane lascerà quindi la presa sulla prima pallina.

Gli diremo “bravo” e provvederemo a lasciar cadere la seconda pallina ad una distanza sufficiente a farlo allontanare dalla prima.

Mentre il cane raccoglie la nuova palla, noi prendiamo quella che lui ha appena lasciato.

Step 5: ripetiamo i punti 3 e 4.

Adesso dovremo ripetere quanto abbiamo fatto nei punti 3 e 4 qualche volta.

Step 6: offriamo il bocconcino.

A questo punto metteremo via una delle palline e prenderemo in mano uno dei bocconcini.

Mi raccomando, deve essere qualcosa di veramente appetitoso, altrimenti il prossimo step non funzionerà.

Allungando la mano verso il cane, cerchiamo di fargli fiutare e vedere cosa gli stiamo proponendo.

Appena avrà intuito che si tratta di mangiare, diciamo il comando “lascia” e lasciamogli la possibilità di prendere il cibo dalla nostra mano destra.

Rimaniamo fermi in attesa una volta che avremo messo la mano leggermente spostata di lato dal cane.

Step 7: il cane lascia la pallina.

Se ciò che gli stiamo offrendo è davvero appetitoso per il nostro cane, lui ad un certo punto mollerà la presa sulla pallina per mangiarsi la leccornia.

Mentre lo farà, noi prendiamo la pallina con la mano sinistra.

Mi raccomando: questa azione andrà fatta  con calma, ma decisione.

Step 8: diamo al cane la scelta.

Quello che faremo adesso potrà sembrare a molti controintuitivo, ma fidatevi, è il modo corretto per far sì che il cane si fidi a lasciarvi le cose in futuro.

Tenendo la pallina nella mano sinistra, prendiamo e mettiamoci nella destra un nuovo bocconcino.

Adesso muoviamo le mani con calma verso il cane e fermiamoci.

Il cane dovrà operare una scelta: prendere la pallina o papparsi il succulento premio?

Se il cane sceglierà il premio lodiamolo, mettiamo via anche la seconda pallina e finiamo l’ esercizio.

Se invece il cane dovesse scegliere la pallina non ci sarà alcun problema.

Basterà ripetere la procedura dello step 7 e poi di nuovo lo step 8.

Dopo qualche volta potreste anche offrirgli qualcosa di più buono ed il gioco sarà fatto.

Jack il mio Pastore Tedesco con una pallina

Jack il mio Pastore Tedesco con una pallina

Cosa fare dopo per insegnare un buon lascia.

Questo esercizio, ha ancora più di altri bisogno di essere ripetuto molte volte.

Per una corretta efficacia si dovrebbe allenare il lascia durante tutta la vita del cane ed ogni volta che se ne presenterà l’ occasione.

Inoltre sfruttiamo l’ ambiente ed il territorio: se siamo al mare o in un bosco, facciamo un po’ di esercizio con dei bastoni, mentre quando siamo a casa possiamo possiamo utilizzare qualsiasi gioco del cane.

 

Nella prossima puntata del Corso di Educazione di base parlerò di come fare per insegnare al cane a passeggiare col guinzaglio  in maniera piacevole.

Non perdetevi quindi il prossimo articolo!

 

il seme di oggi: il modo in cui interagiamo col cane si rispecchia nella maniera in cui lui si fida di noi. Quando gli stiamo insegnando un comportamento, facciamolo rispettandolo e trasmettendogli amore.

Note:

Per vedere e meglio comprendere alcuni step descritti per insegnare il lascia consiglio la visione di questo breve filmato in cui Angelo Vaira lo mostra in maniera molto semplice e chiara.

Per saperne di più su giochi e comandi di base “L’ educazione mentale del cane” di A. Hallgren

Se siete interessati ad un buon portacrocchette questo è il link.

Se volete acquistare un tipo di pallina adatta al cane questo link fà al caso vostro.

Per saperne di più contattatemi pure.

Umberto.

 

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *